IO COMPUTER il tutorial semplice e gratuito per diventare AUTONOMO!

TASTIERA A MEMBRANA

Nella maggior parte delle tastiere normali, la pressione di un tasto spinge verso il basso una cupola di silicona collegata al circuito stampato su una membrana che ricopre tutta la tastiera, con un singolo interruttore monoblocco. La pressione dei tasti, quindi, è molto silenziosa e quasi senza alcun feedback tattile. La costruzione di tastiere a membrana è molto più semplice ed economico. Una differenza importante è che nelle tastiere a membrana il tasto deve essere premuto fino in fondo, diventando più faticoso. Un'altra differenza è che i tasti sulla tastiera meccanica si possono sostituire, modificare e riprogrammare, mentre su una tastiera a membrana tutto e governato dal circuito stampato sotto i tasti che non si può certamente cambiare. Gli switch meccanici sono dei veri e propri interruttori fisici, hanno una durata di vita molto più lunga, creano una relazione più diretta tra la persona che sta digitando e quello che appare sullo schermo, un po' com'era quando si utilizzava una macchina da scrivere. A causa dell'hardware e del lavoro di produzione, le tastiere meccaniche tendono ad essere più spesse, più pesanti e più costose delle tastiere a membrana, rendendole un investimento che può spaventare (si può arrivare a cifre superiori a 100 Euro), anche se cambiano notevolmente la qualità del lavoro al PC.

PRO:

I pro di una tastiera a membrana non sono pochi. Innanzitutto sono tastiere economiche, che raggiungo anche una certa soglia di prezzo se hai particolare esigenze di illuminazione o velocità. Non avendo feedback tattile le tastiere a membrana sono molto silenziose, potendo giocare o lavorare con esse anche a tarda notte. Inoltre, lo spazio esiguo tra i tasti rende minimo l’accumulo di sporco e i materiali usati rendono una tastiera di questo tipo particolarmente leggera.

CONTRO:

I contro, come i pro di questo tipo di tastiere, sono diversi. La mancanza di feedback le rende più silenziose ma l’unico feedback che è possibile sentire è quello alla fine della pressione del tasto. Inoltre, sono più lente delle tastiere meccaniche perché i tasti hanno una corsa maggiore e necessitano di maggior tempo per essere premuti. Altro lato negativo di queste tastiere è la precisione, dovendo incappare molto spesso nel ghosting. Infine, solitamente durano meno di una tastiera meccanica, la quale risulta essere più resistente ma più pesante.

MECCANICA

Le tastiere meccaniche si basano su un concetto completamente differente rispetto a quelle a membrana. Innanzitutto ogni singolo pulsante è un interruttore a se stante, quindi non è collegato agli altri. Azionando il pulsante andremo a spingere uno stelo posto sopra una molla e che tiene separate due linguette metalliche. Quando lo stelo giungerà nel punto di attuazione, le due linguette metalliche si toccheranno attivando un contatto e inviando così un impulso al PC. A differenza delle tastiere a membrana, il contatto di una tastiera meccanica non avviene a fine corsa ma bensì lungo la corsa stessa. Questo la rende più veloce sia per scrivere e anche per giocare. A seconda di come sono stati progettati gli interruttori, potremo avere un feedback tattile nel momento del contatto. Sentirai quindi un piccolo gradino lungo la corsa del pulsante che ti avvertirà dell’avvenuto contatto. Alcuni switch hanno anche un feedback audio, e quando attiveremo il contatto le linguette faranno un click più o meno rumoroso a seconda del modello. Gli interruttori di una tastiera meccanica vengono chiamati switch e ce ne sono diversi. Ognuno ha le proprie caratteristiche, adatte a una o più situazioni differenti. Ti mostreremo gli switch più comuni, così da poter trovare quello adatto a te e alle tue esigenze.

SWITCH

Gli switch più comuni sono i Cherry MX e ce ne sono in varie colorazioni. Ogni colore ha pro e contro ed è più o meno adatto a certe situazioni. Non ci sono solo i Cherry MX sul mercato, infatti alcune aziende hanno costruito i propri switch per poi montarle sulla propria tastiera meccanica. E’ il caso di Logitech con gli switch Romer-G, inoltre anche Razer ha i propri switch divisi in 3 colorazioni: verde, arancio e giallo. Ma adesso entriamo nello specifico, così potrai capire qual è lo switch adatto alle tue preferenze. Ti ricordiamo che alcune tipologie di tastiere offrono più di uno switch da scegliere. La stessa tastiera meccanica potresti trovarla anche con due o tre switch differenti.

CHERRY MX BLACK

ICherry MX blacksono switch lineari, di conseguenza non tattili. Questa loro caratteristica li rende adatti agli FPS, siccome in titoli simili un feedback tattile darebbe fastidio. Inoltre i Cherry MX black hanno una forza di attivazione che va dai 40 agli 80 grammi, ma di solito bastano 60 grammi. Questo li rende più duri alla pressione ma riduce gli errori di battitura. I Cherry MX black sono molto comuni e quasi tutte le tastiere offrono la possibilità di scegliere questo tipo di switch.

CHERRY MX RED

ICherry MX redsono una variante particolare dei Cherry MX black. La forza di attivazione rispetto a questi ultimi è ridotta, infatti basteranno appena 45 grammi per inviare l’input al PC. Questa loro caratteristica li rende adatti agli FPS frenetici, agli MMORPG o ai MOBA perchè rispondono velocemente alla pressione. Tuttavia, siccome questo switch ha una forza di attivazione bassa potresti commettere errori di battitura.

CHERRY MX BLUE

ICherry MX bluesono switch molto tattili che riproducono un click udibile alla pressione di un tasto. Hanno una forza di attivazione di circa 50 grammi e sono adatti alla scrittura di qualsiasi tipo. Tuttavia ne risentono in ambito gaming, anche se non è impossibile utilizzarli in questo ambito. Basta solo far pratica con lo switch e diventare più familiare con esso. Oltre a questo, gli unici svantaggi di questo tipo di switch è il rumore e le pressioni continue sullo stesso tasto.

CHERRY MX BROWN

ICherry MX brownsono una via di mezzo tra i Cherry MX red e i Cherry MX blue. Si tratta infatti di uno switch tattile che ha bisogno di 45 grammi di peso per essere attivato. Il feedback del tasto lo si sente principalmente quando risale, dopo averlo premuto. La digitazione, quindi, è più scorrevole e meno faticosa, inoltre questo tipo di switch è adatto anche al gaming. Avendo una forza di attuazione minore, risulta essere meno resistente alla pressione e quindi più rapido da premere.

CHERRY MX SPEED SILVER

ICherry MX speed silversono switch molto veloci e silenziosi. Infatti sono molto simili ai Cherry MX red, ma con alcune differenze. Solitamente i Cherry MX si attivano dopo 2 millimetri di corsa, mentre invece i Cherry MX speed silver si attivano ad 1.2 millimetri. Questo, unito ad una forza di attivazione pari a 45 grammi, rende questi switch decisamente veloci ed adatti a digitazioni rapide. Sicuramente è adatto al gaming, un po’ meno alla scrittura per via della poca forza necessaria per la pressione.

CHERRY MX SILENT

In fine abbiamo iCherry MX silent qui mostrati nella variante red. Sono disponibili anche nella versione black, riprendendo le stesse caratteristiche di questi due tasti. Infatti i Cherry MX silent red hanno le stesse caratteristiche dei Cherry MX red, analogamente per le versioni black. La differenza è che questi tasti sono molto silenziosi, siccome le tastiere meccaniche sono sempre più rumorose di una tastiera a membrana.

PRO:

I pro delle tastiere meccaniche sono svariati e molti di questi li hai letti arrivando fino a qui. Innanzitutto le tastiere meccaniche sono molto veloci, grazie ai loro switch. Inoltre, sono pesanti e quindi tendono a muoversi di meno sulla scrivania, senza la preoccupazione di non colpirle. Le tastiere meccaniche durano più a lungo di quelle a membrana e possono essere aggiustate. Infatti se uno switch si rompe, è possibile sostituirlo senza cambiare tutta la tastiera. La pulizia è un altro pro di queste tastiere, visto che ogni tasto è removibile e quindi potrai facilmente pulirla. Uno dei più grandi pro di queste tastiere è sicuramente il feedback, molto amato dai videogiocatori e che restituisce una sensazione completamente differente rispetto ad una tastiera meccanica. Infine, Le tastiere meccaniche sono decisamente precise ed affidabili, non soffrendo di ghosting, permettendoti qualsiasi manovra.

CONTRO:

I contro delle tastiere meccaniche non sono molti, ma possono influire parecchio sulla tua decisione al momento dell’acquisto. Questa tipologia di tastiere è la più costosa sul mercato, infatti è difficile trovare tastiere meccaniche buone sotto gli 80 euro. Le top di gamma di Logitech, Razer o Corsair toccano anche i 200 euro, quindi si tratta di tastiere ottime qualitativamente ma costose. Inoltre, tendono a sporcarsi velocemente, essendo solitamente aperte nei lati dei tasti raccogliendo quindi polvere ed altro. Infine, sono rumorose. Chi più chi meno, le tastiere meccaniche sono rumorose, anche se questo problema è risolvibile. Infatti grazie ai Cherry MX silent potrai avere una tastiera meccanica che faccia lo stesso rumore di un trattore.