IO COMPUTER il tutorial semplice e gratuito per diventare AUTONOMO!

M.2

Se abbiamo acquistato di recente una scheda madre dedicata al gaming, avrai sicuramente visto degli strani slot su di essa dedicati ad una un nuovo tipo di memoria, denominata M.2. Questi slot offrono la possibilità di collegare delle schede di memoria molto sottili in grado di sostituire efficacemente una normale unità SSD, così da velocizzare ulteriormente l'avvio del sistema operativo e dei programmi visto l'utilizzo di un bus di comunicazione più diretto (per gli SSD è richiesto un cavo e una porta SATA). Scopriamo in questa guida cosa sono gli M.2, come montarli sulla propria scheda madre (verificando che siano compatibili) e dove è possibile acquistare questi moduli di memoria, così da iniziare subito ad utilizzarli per installarci sopra il sistema operativo Windows 10 (l'unico in grado di gestirli al 100%).

COSA SONO GLI M.2

Possiamo considerare gli M.2 un'evoluzione dei drive SSD, dove la scocca viene rimossa, le dimensioni dei chip di memoria vengono stipate in una scheda lunga e stretta e come collegamento viene utilizzato un bus veloce ad accesso diretto, senza la necessità di utilizzare un cavo e una porta dedicata. M.2 è il nome del connettore per collegare la scheda di memoria alla scheda madre.

Questo tipo di memoria interna (visibile sul sistema operativo come fosse un disco rigido) è molto più veloce dell'SSD, è facile da montare ed è pensato per ospitare il sistema operativo, le partizioni d'avvio e i programmi in seguito installati. I dati vengono salvati sulle celle di memoria con impulsi elettrici (sui dischi classici viene utilizzata una testina magnetica) che rende questo modulo resistente agli urti, agli sbalzi di corrente ed offre numerosi cicli di scrittura/lettura per salvare i dati del sistema operativo e dei programmi; il suo uso come magazzino dei dati dell'utente non è consigliato, anche se al giorno d'oggi non c'è più alcuna controindicazione nel salvare i dati in questo tipo di memoria. Le dimensioni della scheda possono variare in base alla quantità di memoria che è possibile integrare nella stessa, ma il tipo di scheda che si è diffuso maggiormente sulle schede madri è denominato M.2 2280 (da 80 mm di lunghezza); sono però disponibili anche altri tipi (Type) di M.2 come visibile nell'immagine qui in basso.

Questi moduli vantano ormai capacità del tutto simili a quelle degli SSD (da 250 GB fino a 2 TB) ed essendo ancora più veloci per il loro collegamento speciale, si possono preferire sopratutto su PC ad alte prestazioni. I moduli di memoria M.2 possono condividere il bus di collegamento (o connettore) con una porta PCI-Express (in tal caso si parla di NVme) oppure con una delle porte SATA (in questo caso si parla di mSATA) o etntrambe; per fortuna la maggior parte delle schede M.2 supportano entrambi i tipi di bus, così come sulle schede madri viene offerto uno o più slot M.2 in base al bus che intendiamo utilizzare (ci sono anche slot M.2 ibridi che si adattano alla scheda inserita e alla porta libera al momento). La condivisione del bus dell'M.2 con uno degli slot o delle porte già presenti sul PC deve essere ben compreso dall'utente, visto che su quella porta o su quello slot la velocità di trasmissione dati sarà inferiore (visto che una parte è riservata al trasferimento dati dell'M.2).

COME MONTARE UN M.2 SULLA SCHEDA MADRE

Ora che sappiamo cosa sono gli M.2, procuriamocene uno e utilizziamolo al posto dell'SSD, in particolare se vogliamo creare un PC ad alte prestazioni, per videogiochi o programmi pesanti. Lo slot M.2 è di solito presente sotto la CPU o in prossimità degli slot PCI-E, ma sono possibili anche altre posizioni come agli angoli inferiori (in prossimità delle porte SATA) o addirittura nella parte posteriore della scheda madre.

Prendiamo il modulo M.2 ed inseriamolo nel bus di collegamento partendo dalla testa (dove sono i contatti) e facendo leggermente pressione nella coda fino al completo posizionamento della scheda nel suo slo (immagine in alto). Le schede sono molto leggere e non rischiano di cadere o di danneggiare lo slot a loro assegnato. Ora che il modulo M.2 è aggiunto alla scheda madre possiamo procedere al suo utilizzo iniziando l'installazione di Windows 10 e utilizzandolo come fosse un normale disco di sistema (possiamo partizionarlo manualmente oppure lasciar fare al sistema operativo). Per un corretto utilizzo e per scoprire quale bus utilizza la scheda madre consigliamo sempre di leggere il manuale d'uso della scheda madre. Prima di comprare un modulo M.2 bisogna controllare se la scheda madre del PC la supporta nelle specifiche della stessa. Un modo per sapere se sulla scheda madre del computer si possono montare SSD M.2 bisogna controllare sulle specifiche se c'è scritto che è compatibile con PCI-Express-to-PCI-Express o SATA-to-SATA.

Video montaggio M.2